Tag: rifiuti livorno

Raccolta rifiuti Livorno

Le formule magiche calate dall’alto non ci piacciono anche perché non funzionano. Noi vogliamo apprendere dalle città governate in modo efficiente e attingere da esperienze positive. Guardiamo a Grosseto, ad esempio, per quel che sara la gestione dei rifiuti: lì la raccolta della spazzatura e il ciclo di differenziazione funzionano in modo ottimale e si rispetta l’ambiente!

Nella nostra idea di città c’è un’amministrazione che stia a fianco dei cittadini e non che crei imposizioni.

L’aumento della raccolta differenziata – fondamentale per l’ambiente e per il futuro dei nostri figli – deve essere un obiettivo condiviso con i cittadini, costruito in una forma che tenga insieme la differenziazione e le esigenze di famiglie e imprese, non una imposizione calata dall’alto senza aver alcuna cura dei disagi provocati alla gente. Questo aumento deve avere come finalità il riciclo e la qualità dell’ambiente con la riduzione dell’inquinamento, cosa che a Livorno non è accaduta visto che Aamps brucia più rifiuti di prima all’inceneritore del Picchiando, provenienti da altre città toscane Pisa in primis.

Il nostro progetto prevede:

1) microaree di 400/600 persone a seconda della densità abitativa;

2) tessera individuale che permetta il controllo non solo dei rifiuti immessi, compreso la pesatura di essi, ma anche un “alert” per capire se si smaltisce in modo regolare;

3) App a disposizione per ogni cittadino per tutte le informazioni.

Non è fantascienza ma è ciò che l’amministrazione di centrodestra del Comune di Grosseto ha sperimentato con successo, permettendo il primo anno 14% di riduzione della Tari, mentre a Livorno essa è aumentata del 20% sotto il governo Nogarin lievitano insieme ai disagi dei cittadini.