Sociale

Premessa
Sono tre i Principi a cui ispireremo ogni nostra azione politica: lavoro, efficienza, legalità.
Confermeremo questi principi fondamentali, mettendo in pratica il nostro programma elettorale che non vuole essere ideologico ma concreto.
Per noi il cittadino è l’unico riferimento al quale si indirizza l’attività politica.

PRINCIPI
E’ necessario dare vita ad una riscossa civica e civile che unisca varie realtà cittadine oppresse dalle clientele e dalle incompetenze che durano da anni e che hanno portato Livorno ad essere l’unica città portuale italiana che ha il reddito pro-capite più basso della propria regione.
Vogliamo una grande Livorno.

        • Case popolari: prima agli italiani, stop ai furbetti. Obbligo di fornire idonea documentazione atta a certificare la mancanza di  proprietà immobiliari all’estero. Contrasto alle occupazioni abusive degli alloggi ERP. Riqualificazione di tutti gli alloggi ERP ed di emergenza abitativa, con eliminazione dei danni strutturali , messa a norma degli impianti e sanificazione delle strutture a garanzia di sicurezza e salute degli inquilini. Ridefinizione dei criteri atti a formulare le graduatorie di assegnazione degli alloggi, verificando periodicamente il mantenimento dei requisiti.
        • Disabilità: abbattimento delle barriere architettoniche, realizzazione nelle zone verdi cittadine di aree gioco fruibili anche da bambini diversamente abili; sostegno alle famiglie incentivando la sinergia con le associazioni di volontariato. Creazione del progetto “Dopo di Noi” vera preoccupazione di genitori e parenti che assistono persone con disabilità. Finanziamento a iniziative mirate alla formazione e all’integrazione dei soggetti per una “disabilità attiva”, con assegnazione dei servizi adeguandola alle reali esigenze e capacità dell’individuo.
        • Una Livorno amica degli animali. Piena operatività del canile pubblico con l’obiettivo di favorire l’adozione dei cani abbandonati. Aumento della riduzione triennale della Tari  per chi adotta un cane. Istituzione del gattile e di un luogo di sepoltura per gli animali.
        • Rilancio delle strutture sportive. Lo sport deve essere a portata di tutti quale strumento di inclusione sociale per permettere la fruizione anche a coloro che, per ragioni economiche, ne restano esclusi, per i giovani con diverse abilità e come sostegno alla buona salute dei cittadini. Sviluppare lo sport dilettantistico creando nuovi impianti e ristrutturando quelli esistenti, sfruttando finanziamenti europei e project-financing.  Convenzioni degli impianti sportivi tra scuole e gestori. Realizzare la cittadella dello sport: polo sportivo per la pratica, ma soprattutto per l’organizzazione di grandi eventi sportivi a respiro internazionale per incentivazione turismo e economia locale.

Leggi gli articoli sul sociale