Nogarin, l’alluvione, la perizia: impariamo dalle tragedie

La notizia del giorno è la perizia sugli eventi dell’alluvione del 9 Settembre 2017, che attribuisce responsabilità al Sindaco per gli eventi di quella tragica notte.

Non vogliamo associarci alla speculazione ed alla condanna nei confronti di Nogarin.

Quando dovuto lo abbiamo accusato di incapacità, per esempio sul piano del traffico. Di manipolazione della verità, sul caso termovalorizzatore. E ce ne sono e ce ne saranno molte altre.

In questo caso invece, sappiamo tutti che è molto difficile per un Sindaco, di qualsiasi colore, gestire in modo ottimale e tempestivo una macchina amministrativa ampiamente imperfetta da decenni.

E siamo consapevoli che lo stesso Nogarin è il primo ad essere afflitto da questo lutto della nostra Livorno, essendo prima un padre di famiglia e poi un avversario politico. A lui in questo momento va la nostra solidarietà, come rappresentante eletto democraticamente di tutti noi Livornesi.

Allo stesso tempo non possiamo dimenticare che manca ancora un piano del dissesto idrogeologico, e che invece di inutili piste ciclabili forse bisognava rimuovere il ponte sulla Cigna e sostituirlo con un piccolo ponte a norma, solo per fare un esempio.

Già in quella circostanza era semplicemente possibile lavorare sul percorso del sottopasso di via delle Sorgenti per includere questa modifica, non creare danni al tessuto industriale di Livorno ed elimiare un pericolo in una zona adiacente ad una scuola oltre che ad altri edifici.

Le tragedie accadono, ma almeno bisognerebbe imparare e cambiare il proprio approccio per evitare che si ripetano nel futuro.

Argomenti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *